media universitaria

Media Universitaria: come organizzare gli esami

Sei preoccupato per la tua media universitaria che oscilla fra valori che non ti soddisfano? Vorresti fare di più per migliorare ma hai poco tempo per conciliare tutti i tuoi impegni di studio? Ecco qualche consiglio utile per tutti quegli studenti che desiderano rimettersi in carreggiata ed affrontare con successo tutte le prove che li attendono fino al conseguimento della Laurea.

Cominciamo con una piccola premessa: quanto dovrebbe essere la media universitaria per essere considerata “buona”? Assumendo che tu non sia uno studente troppo esigente, attaccato al punteggio, che desidera eccellere sempre e comunque, possiamo dire che un buon punteggio si aggira fra i 27 e i 30.

Non c’è motivo di disperarsi dunque fintanto che si riesce a restare entro questi parametri ma bisogna sapersi organizzare a modo per poter far fronte ai numerosi impegni che derivano da un percorso formativo così mirato e dispendioso.

Il primo impatto con l’ Università può essere traumatico, poiché il sistema di apprendimento è completamente differente da ciò che ci hanno abituato medie e superiori, per questo motivo molti studenti si trovano spaesati e rischiano di perdere esami che poi vanno ad accumularsi in un circolo vizioso.

Il primo consiglio che ci sentiamo di darti dunque è quello di studiare un percorso di studi ben definito, rivolgendoti anche agli enti preposti o ai professori, per delineare in anticipo una “road map” di quel che sarà la tua formazione.

Scegli con cura le materie ma non strafare cercando di seguire troppi corsi contemporaneamente, accelerare i tempi non è mai un bene e rischi di danneggiare la tua media universitaria in maniera irreparabile.

Informati sugli esami e cerca di prepararli per tempo, ritagliandoti un tot di ore di studio consono che ti permetta si di assimilare le conoscenze ma anche di rilassarti. Non aver paura di posticipare un esame se non ti senti del tutto sicuro, prenditi qualche mese in più, piuttosto.

Segui le lezioni in classe e prendi molti appunti, i professori infatti premiano chi riesce ad inserire negli esami argomenti, citazioni  e discussioni fatti in classe inerenti all’argomento d’esame.

Con questi piccoli accorgimenti che non sempre sono così scontati come si può pensare, sarai in grado di mantenere una buona media universitaria senza ammazzarti di lavoro inutilmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *