tre anni più caldi mai registrati

I tre anni più caldi mai registrati

L’ Onu, tramite la propria agenzia satellite OMM (Organizzazione Meteorologica Mondiale) che si occupa di controllare e mappare il clima del mondo, ha confermato che il 2015, 2016 e 2017 sono stati gli anni più caldi mai registrati nella storia del nostro pianeta. Un dato preoccupante che, nonostante tutti gli appelli delle organizzazioni ambientaliste e dei vari trattati sul clima e l’inquinamento che sono stati siglati negli scorsi anni, sottolineano ancora come la Terra stia lentamente soffocando a causa nostra.

Una complessa analisi dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale dei cinque principali set di dati internazionali, si legge in una nota delle Nazioni unite, ha mostrato che la temperatura superficiale mondiale media nel 2017 è stata approssimativamente intorno a 1.1° Celsius al di sopra dell’era pre-industriale.

“L’anno 2016 rimane il più caldo mai registrato (1.2 gradi al di sopra dell’era pre-industriale)- prosegue la nota- Le temperature medie mondiali nel 2017 e 2015 erano entrambe 1.1 gradi al di sopra dei livelli pre-industriali. I due anni sono virtualmente indistinguibili perchè la differenza è di minore di un centesimo di un grado, che è meno del margine statistico di errore.

L’ elevata temperatura continua a contribuire ad un rapido scioglimento delle calotte polari che, come ben sappiamo, è uno dei fattori principali dell’innalzamento delle maree, oltre che la causa di alcuni dei fenomeni metereologici più violenti degli ultimi secoli. Stiamo rapidamente raggiungendo il punto di non ritorno e se questa sciagurata mancanza di rispetto non avrà termine, presto potremmo ritrovarci non solo con gli anni più caldi della storia, ma anche con la necessità di pensare ad un vero e proprio programma di abbandono delle nostre case.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *